Matandala in Italia

In Italia l’associazione si impegna in progetti di sensibilizzazione su tematiche legate all’interculturalità al fine di contribuire alla diffusione di una cultura basata sul rispetto delle diversità valorizzando l’espressione creativa e l’integrazione di persone e gruppi che manifestano specifiche identità con particolare riferimento alle provenienze da culture extracomunitarie.

Dal novembre 2013 l’associazione Matandala collabora al progetto “Cantiere delle Differenze” promosso e finanziato dal Comune di Capannori, laboratorio teatrale volto a sensibilizzare sui valori e le forme delle diversità ed a creare scambi culturali attraverso l’arte, insieme alle associazioni Aedo e Animali Celesti.

In particolare la nostra associazione collabora al progetto:

  • Finanziando le attività logistiche di spostamenti e viaggi dei partecipanti extracomunitari
  • Effettuando opera di divulgazione delle attività e degli obiettivi progettuali tra i richiedenti asilo nelle strutture dei Comuni di Pescia e Capannori
  • Partecipando alle attività del gruppo di teatro come facilitatori e formatori.

L’associazione Aedo ha partecipato attivamente all’interno di eventi da noi organizzati – nel 2013, con lo spettacolo teatrale della Compagnia “Papalagi” presso la sala S. Martino a Collodi e, nell’ottobre 2014, all’evento Oltremondo che ha visto il coinvolgimento di scuole di Pescia e Uzzano con attività ludico-educative su tematiche interculturali – con forme teatrali volte alla riflessione su tematiche comuni, quali il valore della diversità, l’ecologia, lo scambio, la conoscenza dell’altro come fonte di crescita umana e culturale.
Nel 2015 abbiamo instaurato un rapporto di collaborazione con la cooperativa Arkè e con la Pro Loco di Vellano con le quali sviluppiamo progetti socio-culturali volti all’integrazione degli immigrati nel territorio.

Da settembre 2015 partecipiamo all’Osservatorio per la pace organizzato dal Comune di Capannori, che vede la partecipazione di numerose associazioni tra cui Emergency e Amnesty International, che si sono unite per riaffermare la necessità della Pace, della Libertà e della Pienezza del Diritto e realizzare il desiderio di una comune comprensione, impegno e partecipazione diffusa. L’Osservatorio si propone come laboratorio permanente dove sperimentare e praticare la Pace nelle due dimensioni: qui ed ora nella nostra comunità ed oltre i nostri confini territoriali e culturali per aprirci alla conoscenza diretta dell’Altro, promuovere amicizia e interculturalità, condividere percorsi di costruzione di pace e giustizia sociale con altri popoli e comunità.

Tagged under:

Leave a Reply